Cerca
  • Dott.ssa Nunziante

Sto con un narcisista patologico: quale sarà il mio futuro?

È successo. Hai incontrato per caso un narcisista e te ne sei innamorata, ancor prima di renderti conto di quanto un rapporto con lui sia malsano e patologico. Ti ha convinta che nessuno ti amerà come lui, ti ha detto che sei l’unica (eppure hai la strana sensazione che non sia così, oppure ne hai già le prove), la vita è diventata un turbinio di emozioni negative, passi dall’essere sorridente al pianto disperato nel giro di poco tempo, le giornate sono imprevedibili e ti aspetti sempre il peggio.

“Chissà come si è svegliato oggi. Chissà se oggi scoprirò che continua a sentire la sua ex. Chissà se pranzeremo insieme come mi ha promesso o se sparirà”.


Avrai più volte tentato di allontanarti da questa relazione tossica, eppure sei ancora lì. Lo capisco, il distacco è difficile, è un percorso di dolore, di consapevolezza, di ridimensionamento.

Ecco, dunque, un piccolo sunto di cosa ti aspetta se resti con lui, ovvero di come renderai la tua vita un’atroce sofferenza.


1) Non amerai mai te stessa. Non sarai mai amata.


Se stai con lui sei evidentemente affamata d’amore. Hai talmente tanta voglia, tanto bisogno di essere amata, che arrivi a convincerti che le briciole del narcisista bastino a saziarti.

Le relazioni sane si basano, primariamente, sull’amore per sé stessi, e poi sui sentimenti per l’altro. Nella storia con il narcisista il focus sarà sempre lui, non ci sarà amore per te. Nè da parte sua, né da parte tua, impegnata a tua volta nell’incessante tentativo di dimostrargli amore eterno ed incondizionato. Ti sentirai sempre sotto stress, avrai la sensazione di dover essere sempre al top, eppure il senso di inadeguatezza che provi non ti abbandonerà mai. Ci sarà sempre qualcosa che non fai, ci sarà sempre qualcosa che non sei. Niente sarà mai abbastanza, non importa quanto ti sforzi, quanto ti pieghi, quanto ti affanni. Un giorno indosserai una gonna “troppo corta, che fa intravedere le tue gambe imperfette”, o il tuo lavoro sarà “troppo umile/troppo comodo/poco remunerativo”, o la tua famiglia “troppo presente/troppo assente”. In ogni ambito il principio è sempre lo stesso: non sei, e non sarai mai abbastanza!


2) Sarai sempre giù d’umore


Sarai costantemente svalutata, ti sentirai incapace di trovare la chiave d’accesso per una genuina intimità, sarai ignorata, insultata. Le tue relazioni sociali si restringeranno in modo estremamente rapido, ti sentirai sola e senza speranza. Il tuo umore ne risentirà: sarai cupa, irritabile, insoddisfatta e triste. Per almeno il 90% del tempo.


3) Sarai insicura


Lui devasterà la tua dignità, riprendendosi tutta la sicurezza che ti aveva trasmesso durante la fase di corteggiamento. Si divertirà a deridere i tuoi progetti, facendoti pensare che non ne sei all’altezza. Le tue insicurezze preesistenti aumenteranno e ne nasceranno di nuove.


4) Preparati alla gogna!


Il narcisista non riconosce i propri errori, anche quando sono evidenti come un elefante in una cristalleria. Come puoi aspettarti addirittura delle scuse? Riuscirà a farti pensare che se si è comportato in quel modo, la colpa è tua! Ti ha tradita? Beh se fossi stata più disponibile non avrebbe avuto bisogno di farlo. è andato dall’altra parte del mondo senza dirtelo? Beh se non gli avessi chiesto ben 3 volte di andare a cena insieme non avrebbe avuto alcuna necessità di farlo!

Ah, se solo tu fossi diversa, lui sarebbe perfetto!

No?

No, lo sappiamo benissimo che non è così. Ma lui cercherà di fartelo pensare, al fine di modellarti a suo piacimento. Ricorda: il narcisista vuole che tu occupi meno spazio possibile nella sua vita, e solo quando e come vuole lui.

Attenzione al caso in cui, invece, sei tu a sbagliare, perchè a quel punto la questione cambia: i suoi errori sono scusabili, i tuoi, anche quando minimi, no. Mai. Non sarai perdonata, lui si vendicherà, il tuo errore (che magari potrebbe essere, non so, aver rovesciato il latte) verrà ricordato almeno 10 volte, ogni giorno. In caso di circostanze che feriscono il suo fragilissimo orgoglio sarai invece cacciata dalla sua vita. Immediatamente.


5) Non lo conoscerai mai davvero


Il narcisista non si fida, di nessuno. Non riesce a fidarsi a causa di esperienze negative precoci con la figura di accudimento. Non solo non si aprirà mai a sentimenti, emozioni e paure ma anche per quanto riguarda le sue giornate, la sua vita. Non saprai quanto realmente lavora o guadagna, quali persone frequenta, le sue reali opinioni. Terrorizzato dal rischio di essere controllato, ti terrà a all’oscuro di buona parte della sua vita, anche della parte in cui non ti tradisce.


6) Sarai invidiosa


Magari non sei mai stata una persona invidiosa, magari non avresti mai pensato di diventarlo, ma ti assicuro che lo sarai. Vedrai le altre donne vivere storie normali, con persone che tengono conto delle loro esigenze, dei loro sentimenti, della loro dignità. Vedrai coppie che costruiscono il loro futuro, mattone dopo mattone, esperienza dopo esperienza.

A te non succederà mai, e questo te lo dico per certo. Anche quando un narcisista si sposa o convive, o addirittura costruisce una famiglia (parleremo in altri articoli di cosa accade quando il narcisista è l’altro genitore dei tuoi figli), lo fa per pura soddisfazione personale. Rimarrà sempre un partner poco presente sia fisicamente che mentalmente. Sarai sempre da sola in questa relazione, e invidierai le altre coppie, invidierai le altre donne per la vita che hanno, per la normalità che hanno.

Il tuo partner sarà sempre in fuga. Per il lavoro, che gli porta via più tempo rispetto ai suoi colleghi, o con la dedizione ad un hobby, ad uno sport, o agli amici. Ci sarà sempre una scusa accettabile per passare tanto tempo fuori casa. E se non può allontanarsi fisicamente? C’è sempre il silenzio. Silenzi che durano dei giorni interi e che ti faranno impazzire.


7) Non avrai mai fedeltà


Se pensi che ti sarà fedele, prima o poi, ti stai illudendo. Se pensi che quando sarai più bella/magra/formosa/ricca/comprensiva/simpatica/ecc. lui avrà occhi solo per te, ti stai illudendo ancora (e ti stai flagellando nel tentativo di raggiungere standard inesistenti di perfezione). Anche se, per assurdo, tu dovessi diventare perfetta, lui avrà bisogno di provare quelle emozioni che la relazione stabile che non gli dà più. In qualsiasi modo, più o meno concreto (rapporti fisici, platonici, virtuali).


8) Sarai sola


Non aspettarti mai un supporto, in nessun caso. Al contrario, quando avrai bisogno di lui, lui sparirà, nel nulla (salvo poi tornare quando la crisi sarà scongiurata).

La tua sofferenza gli ricorda troppo la sua, gli stai segnalando il suo dolore interiore, che in tutti i modi cerca di reprimere. Non è capace di reggere la consapevolezza della sua sofferenza, e deve tenerla il più lontano possibile.


9) Non sarai mai felice


La questione non riguarda soltanto ciò che vivrai, ma anche ciò che NON vivrai. Non saprai mai cosa significa vivere una vita relazionale sana, essere in un rapporto alla pari, essere considerata, valorizzata, rispettata. Non saprai mai cosa significa vivere serenamente, fidarsi della persona che hai accanto, godere dei tuoi risultati, delle tue soddisfazioni, dei traguardi. Non vivrai mai alcune delle esperienze che le persone intorno a te vivono.

Esiste un modo più efficace per rendersi infelice?

L’obiettivo di questo elenco non è denigrare il narcisista patologico. Il narcisismo patologico è un disturbo, crea sofferenza a chi lo esperisce, è costituito da un dolore che necessita di essere rispettato.


Lo scopo di quanto detto fin ora è, piuttosto, renderti consapevole della direzione che stai dando alla tua vita. Se sei entrata in relazione col narcisista c’è, molto probabilmente, in te, un nucleo di sofferenza, di esperienze relazionali insoddisfacenti, che ti hanno condotta in questa situazione. Stare con un narcisista patologico è quasi impossibile, a meno che l’altro non abbia caratteristiche di dipendenza per cui, malgrado i maltrattamenti psicologici, piuttosto che rimanere solo si adatta anche alle relazioni basate sulle manipolazioni e la coercizione.


Dunque, piuttosto che cercare di cambiare l’altra persona (e rendersi terribilmente infelici nel farlo), forse è arrivato il momento di vedere le proprie fragilità e imparare a conoscerle, gestirle, affrontarle, per andare a incontro ad un percorso di vita diverso, alla felicità che meriti di conoscere.


#narcisismo #narcisismopatologico #narcisista #dipendenza #dipendenzaaffettiva #fidanzatonarcisista #fidanzatanarcisista#partnernarcisista #vivereconilnarcisista #litigareconnarcisista#vuoto#paure#sintomi

69 visualizzazioni
  • LinkedIn Icona sociale
  • Black Icon Instagram
  • Black Facebook Icon
  • Pinterest Icon sociale

© 2023 by Nunziante Veronica

 P.IVA 04191230715 

Le informazioni fornite in questo sito riguardano il benessere della persona, sono di natura generale e a scopo esclusivamente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso una consulenza professionale.

Non è consentito copiare, alterare, distribuire, pubblicare o utilizzare su altri siti questi contenuti senza autorizzazione specifica dell'autrice. 
Se involontariamente trovaste in questo sito materiale coperto da copyright o in violazione delle norme vigenti, siete pregati di comunicarlo a veronicanunziante29@gmail.com e si provvederà alla rimozione dello stesso.

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now