APPLIED BEHAVIOR ANALYSIS

L'ABA è la scienza che applica sistematicamente strategie derivanti dai principi del comportamento per migliorare comportamenti socialmente significativi.

L’efficacia di un trattamento ABA è tanto maggiore quanto più aderente alle 7

dimensioni dell’ABA, così identificate da Baer, Montrose e Risley nel 1968.

1. Applicazione

L’ABA si concentra su comportamenti significativi dal punto di vista sociale, che consentano un’effettiva crescita dell’individuo e la progressione verso quei comportamenti adattivi tipicamente mostrati dalle persone della stessa età e gruppo sociale di riferimento.

 

2. Comportamento osservabile

L’ABA si basa su osservazioni dirette del comportamento come strumento di misurazione. Le abilità su cui lavora devono essere quantificabili in modo obiettivo e direttamente osservabili.

 

 

3. Analisi

L’ABA individua relazioni funzionali tra individuo e ambiente, stabilendo in modo oggettivo delle relazioni tra eventi ambientali e comportamenti osservati.

4. Tecnologia

Le procedure  vengono descritte in modo dettagliato, al fine di favorirne la replica.

 

5. Sistematicità concettuale

Le procedure ABA si riferiscono direttamente ai principi del comportamentismo.

6. Efficacia

La rilevazione costante dell'elemento comportamentale si lo rivela strumento principale per rilevare l’efficacia degli interventi.

7. Generalizzazione

L’obiettivo dell'ABA è di promuovere la generalizzazione delle abilità attraverso diversi ambienti, persone e comportamenti.

Sarà dunque fondamentale la condivisione di obiettivi e strategie da parte di tutti i soggetti coinvolti nella vita quotidiana della persona.

AUTISMO...E NON SOLO

Il metodo ABA si è rivelato molto efficace con i bambini autistici nel perseguire lo scopo di ridurre i comportamenti disfunzionali e di promuoverne altri appropriati, ma non è l'unico ambito di applicazione dell'ABA. Le procedure di insegnamento adottate dal metodo ABA promuovono l’apprendimento di abilità socialmente significative in qualunque persona, sia che si tratti di un individuo a sviluppo tipico sia di un individuo con alterazioni cognitive o comportamentali. Risulta dunque efficace non soltanto nell'autismo ma anche nei disturbi specifici dell'apprendimento, nell'ADHD, nel ritardo cognitivo e in altre disabilità.

insegnamento

L'ABA utilizza molteplici modalità di insegnamento.  Se il Naturalistic Teaching Approach (NTA) tende a valutare un approccio all’istruzione “normalizzato”, che lavori affinchè le attività di insegnamento possano essere prontamente utilizzate in vari contesti, al fine di promuovere la generalizzazione, il Discrete Trial Training (DTT) si configura come un metodo per individualizzare e semplificare le istruzioni, migliorando l’apprendimento dei bambini.

In un programma ABA le varie modalità di insegnamento possono essere utilizzate per favorire il comportamento verbale, lo sviluppo delle abilità di performance visiva, accademiche, imitative, di gioco, sociali (e tante altre abilità utili al soggetto)

linguaggio

Skinner considera il linguaggio come un comportamento e lo suddivide in categorie indipendenti tra loro, sulla base delle loro funzioni.

Considerare il linguaggio come un comportamento significa affermare che modificando l'ambiente, rendendolo stimolante, e facendo in modo che il bambino debba utilizzare il linguaggio per accedere a fonti di gratificazione, che abbia la necessità di utilizzare il linguaggio, si raggiungerebbe un miglioramento del comportamento verbale.

Questo significa, per esempio, che anche se il genitore conosce i desideri del suo bambino, dovrà impegnarsi a creare delle opportunità di richiesta nella vita quotidiana, senza anticiparlo.

In questo modo si andrà a stimolare il bambino all'emissione del comportamento verbale.

Gli operanti verbali su cui l'ABA lavora sono:

-MANDS (richieste)

-TACTS (etichettamento)

-ECHOICS (ripetizioni)

-INTRAVERBALS (scambi nella conversazione)